L'arte dei Bonsai è un'arte millenaria

Scopri come sono nati i Bonsai e come quest'arte si è tramandata nei secoli

Quali sono gli stili dei Bonsai?

Scegli lo stile Bonsai che preferisci e inizia a modellare il tuo Bonsai

Come valutare la qualità di un Bonsai

Un memorandum su come valutare la bellezza, proporzione e equilibrio di un Bonsai

Come trasformare una pianta e creare un bonsai

Come facciamo a trasformare una pianta in bonsai? Come si fa a creare un bonsai partendo dalla pianta presa in vivaio o in natura?
Per prima cosa dobbiamo scegliere una essenza bonsai che ben si adatta ad essere impostata e trasformata in un bonsai.
Consiglierei una pianta come un ginepro cinese per iniziare perché oltre ad essere molto flessibile è anche una delle essenze bonsai più belle da coltivare.
Ecco quindi come creare un bonsai partendo da una pianta. Nel video ho eseguito anche il rinvaso del ginepro cinese che però non suggerisco di fare subito se si è inesperti. Meglio praticare solo un lavoro importante alla volta sulla pianta per non comprometterla. Una volta imparate alcune tecniche base sui rinvasi dei bonsai possiamo anche procedere ad eseguire entrambe come in questo caso.
La regola fondamentale è quella di osservare la pianta per diversi giorni e capire quale potrebbe essere l’impostazione migliore proprio per quel bonsai.
Una volta stabilito lo stile bonsai da conferire alla pianta procederemo con il taglio di tutti quei rametti che non ci servono. Così facendo selezioneremo solo quelli più belli, più grandi e che meglio si distribuiscono sul tronco.

Applichiamo poi il filo di rame per l’impostazione, facendo attenzione a non segnare la pianta.
Possiamo poi togliere il filo dopo circa 6 mesi. Nel caso in cui uno o più rami non siano impostati possiamo rimettere i filo di rame facendolo passare in un punto diverso in modo da non segnare ripetutamente la stessa incisione. Ricordiamoci di fare questi lavori sempre in inverno, quando la pianta sta in riposo vegetativo.

Solo Bonsai Roma

2 Responses to Come trasformare una pianta e creare un bonsai

  1. Marco

    Ti ringrazio per il video l’ho trovato molto interessante e facile da capire. Una domanda? ma poi una volta tolto il filo di rame come faccio a togliere i segni sul ramo?

    • admin

      Ciao Marco,
      effettivamente il filo di rame segna parecchio i bonsai. Proprio per questo io tendo ad usarlo solo in casi estremi. Come ad esempio quando dobbiamo impostare dall’inizio una pianta giovane. Infatti se poi si segna un po’ non disperare dato che poi nel corso degli anni potrai applicare delle tecniche che ti consentono di far sparire i segni (io utilizzo carta vetrata fine, che passo poco alla volta, anno su anno per modellare il segno).
      Se vuoi proteggere la pianta che stai trasformando in bonsai, puoi utilizzare la rafia bagnata creando uno “scudo protettivo” sul ramo prima di mettere il filo di rame. Consiglio vivamente questa soluzione. Più facile e diretta.
      Spero di esserti stato utile. Continua a seguirci!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

 
 
previous next
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers